Casina Valadier

Blog detail

269

Casina Valdier compie 200 anni e IGuzzini la illumina scenograficamente

Il bicentenario dell’edificio simbolo della Roma Ottocentesca è stato celebrato in grande stile il 20 settembre con un party esclusivo che ha visto la partecipazione di circa 600 ospiti attentamente selezionati, tra cui figuravano Renato Balestra, Tony Renis, Anna Pettinelli, Carlo Rossella e Ettore Riello

Bicentenario Casina Valadier Roma Video Mapping Casina Valadier Roma Illuminazione IGuzzini Casina Valadier Roma

La celebrazione, fortemente voluta dalla famiglia Montefusco - che ha recentemente acquisito la totalità della gestione della struttura - si è svolta in perfetta sintonia con le caratteristiche di questo meraviglioso edificio, con la sua storia ed il suo fascino.

Accolti alle ore 20.00 da una band in perfetto stile anni 30, composta da alcuni tra i migliori musicisti jazzisti d'Italia, ha dato il via a questa magica serata. Gli ospiti sono stati accolti da figure vestite di luce e da uno speciale menù studiato dallo chef Massimo D’Innocenti, che ha visto la presentazione di alcuni piatti innovativi realizzati appositamente in occasione del bicentenario.

L’atteso discorso del Presidente Eduardo Montefusco ha segnato il vero inizio di un evento che ha voluto riportare in vita l’edificio storico ispirandosi agli anni in cui la Casina ha vissuto i suoi periodi di massimo splendore: la magia della luce e delle proiezioni ha animato la serata con un video mapping che ha ripercorso con suoni luci ed immagini la storia dell’Italia, di Roma e della Casina stessa. Un excursus affascinante e spettacolare, che ha visto l’edificio quale narratore di momenti salienti cui ha veramente assistito, dalla nascita della cisterna romana, all’affidamento da parte di Napoleone all’architetto più in voga dell’epoca, Giuseppe Valadier, fino ai primi del ‘900 che hanno segnato il massimo splendore per la Casina, luogo di incontri di artisti, filosofi, filantropi, per poi arrivare al periodo più contemporaneo. Il tutto realizzato con la sincronizzazione di un corpo di ballo e raggi laser, per proiettare Casina Valadier verso i suoi prossimi 200 anni.

“Celebrare oggi la storia di questo magnifico edificio mi riempie di gioia. Auguro altri 200 anni di grande splendore e fascino alla nostra Casina Valadier, patrimonio di Roma e d’Italia” ha dichiarato il Presidente Eduardo Montefusco introducendo il momento clou della serata in cui ha acceso per la prima volta la nuova spettacolare illuminazione scenografica e architetturale.

L’illuminazione, studiata e realizzata da IGuzzini, è in perfetta sintonia con i valori della Casina: valorizzazione della storia e della bellezza, rispetto per l’ambiente, innovazione tecnologica contemporanea. Il progetto, infatti, riesce a valorizzare l’estetica, mettendo in evidenza gli elementi architettonici verticali e orizzontali che compongono la Villa ed il suo contorno, mediante l’utilizzo della più moderna ed ecosostenibile tecnologia a led. Sono stati utilizzati oltre 150 proiettori e Streep led per l’illuminazione dell’intero complesso, di cui 120 proiettori destinati alle le aree verdi, con un consumo totale di soli di 1.2 kW. Inoltre questi apparati di ultima generazione, caratterizzati da dimensioni ridotte e non invasive, sono capaci di dialogare con l’architettura del complesso e di valorizzandone la bellezza, senza imporsi, e di ottenere la riduzione dell’impatto ambientale grazie all’ utilizzo di materiali non inquinanti.

Tutti elementi che rendono unico e innovativo il progetto, nato con l’intento di svilupparsi in chiave green fortemente voluto dalla gestione di Casina Valadier e realizzato dal progetto dell’architetto Pasquale Piroso e da IGuzzini illuminazione.

Cerca Articoli WEB