Federico Salvetti, Ceo di Ebuyhouse
Blog detail
121

Federico Salvetti – Alberghi: un business che vale

Federico Salvetti, Ceo di Ebuyhouse Real Estate di Lugano, racconta perché oggi il mercato dell’intermediazione alberghiera in Italia è in grande crescita e come, grazie a un partner adeguato, sia possibile cogliere le opportunità uniche che si presentano a chi vuol cedere un hotel

Federico Salvetti, Ceo di Ebuyhouse Real Estate di Lugano_1

I prossimi anni, per il mercato turistico italiano, saranno importantissimi, fondamentali, ne siamo convinti. Per questo il nostro lavoro si propone anche in un’ottica consulenziale: vogliamo essere un partner affidabile per chi desidera ricavare il massimo dalla vendita del proprio business turistico, ma magari non ha tutte le competenze necessarie o non è sufficientemente uptodate per poterlo fare. È un momento storico in cui ci sono tante opportunità di affari nell’hotellerie, sia per chi vende che per chi compra, e noi vogliamo aiutare a cogliere queste opportunità. Grazie a Ebuyhouse Real Estate di Lugano è possibile oggi entrare in contatto con player affidabili, di calibro internazionale. È davvero un peccato vedere, talvolta, in Italia, belle opportunità andare sprecate, quando potrebbero, invece, sfociare in business remunerativi. La formula magica sarà sempre di più mettere insieme le bellezze italiane e le competenze tecnico-imprenditoriali globali. Oggi è un momento perfetto per crescere in Italia e chi fa impresa nel turismo, con un occhio al futuro, lo sa bene». Ha idee chiare e obiettivi concreti Federico Salvetti, Ceo di Ebuyhouse Real Estate, gruppo immobiliare di promotori e general contractor, operanti con successo da molti anni nel mercato immobiliare, residenziale e commerciale della Svizzera italiana, che, recentemente, ha deciso di operare anche nell’ambito della mediazione alberghiera. Da un anno, infatti, la società – con sede a Lugano che da dieci anni, propone con successo e in esclusiva un ampio portafoglio di immobili in grado di soddisfare le esigenze di chi è alla ricerca di un buon investimento – è entrata anche nel mercato italiano dell’ospitalità. Il motivo? Lo abbiamo chiesto a Federico Salvetti, durante un’illuminante chiacchierata sul presente e sul futuro dell’industria turistica e alberghiera italiana. «Negli ultimi anni», spiega il Ceo di Ebuyhouse Real Estate, «ci si sono presentate diverse opportunità di mediazione in ambito alberghiero, nella Svizzera italiana, ma soprattutto nel Nord Italia. Così, circa un anno fa, abbiamo cominciato a occuparci compiutamente di hotellerie, forti del nostro know how. L’idea è nata dalla richiesta di alcuni nostri clienti che hanno proprietà anche in questo settore. Ci siamo resi conto che, nel turismo e nell’industria dell’ospitalità, c’è molto fermento e continuerà ad essercene anche nel prossimo futuro. Attualmente stiamo trattando strutture ricettive su Milano e su una importante area di sviluppo in Versilia. La business unit di Ebuyhouse Real Estate ha come mission proprio quella di seguire in esclusiva, in modo puntuale e completo, il mercato alberghiero, offrendo un servizio personalizzato di consulenza che prima non esisteva. Vantiamo, infatti, un network di partner qualificati che operano come broker in questo mercato da anni e con  successo. Ci interessa trattare poche ma interessanti operazioni immobiliari: ai nostri clienti vogliamo dare il valore aggiunto di un rapporto professionale davvero qualificato e con riscontro immediato. Come Ceo mi occupo appositamente di creare e potenziare una rete di lavoro ad hoc, capace di gestire al meglio ogni fase della transazione. Il nostro team è in grado di elaborare un’analisi puntuale della struttura da vendere e di proporla poi a un’ampia platea di possibili compratori».

Una consulenza puntuale e concreta

«Come società svizzera», prosegue Salvetti, «abbiamo un grande plus da offrire a chi è interessato alla compravendita di struttura alberghiere, ed è la nostra collocazione geografica. Rispetto a una tradizionale agenzia di mediazione italiana, abituata a operare in un contesto geografico più ristretto, Ebuyhouse Real Estate di Lugano dispone in Svizzera di un ricco bacino di potenziali investitori, seri e discreti e con capitali internazionali. Avere a disposizione un’utenza più internazionale per chi vuole vendere un hotel in Italia è sicuramente un grande vantaggio, oggi: se, per esempio, voglio vendere il mio hotel a Milano, non sono obbligato a far trapelare la notizia sul territorio – cosa che potrebbe anche non convenirmi – ma posso rivolgermi a professionisti super partes in grado di mettermi in contatto con realtà imprenditoriali e di investimento che io, altrimenti, avrei difficoltà a raggiungere. Rispetto poi alle realtà di mediazione immobiliare già da anni presenti sul mercato, spesso molto strutturate ma dall’impostazione prevalentemente analitica, noi privilegiamo un rapporto diretto con quelle realtà a gestione familiare che, per varie ragioni, non hanno più intenzione di portare avanti la conduzione del loro albergo, struttura, a volte, anche grande e importante e situata in una location di prestigio. Chi non ha più voglia o capacità di investire per stare al passo coi tempi di un mercato, in costante evoluzione e sempre più digitale e marketing oriented, in noi, trova un consulente su misura in grado risolvere il problema della “successione”. Diamo, insomma, l’opportunità di “traghettare” un business alberghiero in modo sereno e tranquillo verso l’acquisizione da parte di grandi gruppi o di investitori sicuri, sfruttando, appunto, il nostro consolidato know how immobiliare e la nostra ampia rete di conoscenze. Con un modus operandi che è “human to human”: l’albergatore lo prendiamo per mano, lo aiutiamo a capire, in primo luogo, se e come voglia davvero vendere e poi, nel caso, lo mettiamo in contatto con investitori realmente interessati e difficilmente da lui raggiungibili. Penso, per esempio, a una famiglia proprietaria di un piccolo hotel italiano e a un grande investitore, possibile buyer interessato, che opera su scala globale. Un servizio tailor made come il nostro è in grado di capire le esigenze di chi sta vendendo e, allo stesso tempo, di rapportare il valore della struttura agli standard di un mercato internazionale e complesso, fatto di dinamiche e parametri complicati. Non è facile per il piccolo imprenditore rapportarsi con pari “forza” al grande e preparatissimo management di una grande realtà multinazionale e quindi uscire da una trattativa con piena soddisfazione, magari dopo avere ceduto l’attività della vita o che apparteneva alla famiglia da generazioni...».

Tra marketing e competenze digitali

La forza di Ebuyhouse Real Estate di Lugano sta dunque proprio nel proporre un servizio di consulenza e di accompagnamento alla vendita perfetto per chi magari non sa bene con chi relazionarsi o non ha le competenze aggiornate per farlo. «La società Ebuyhouse Real Estate di Lugano», dice Salvetti, «è attiva da quasi dieci anni: è da questa solida base che nasce la nostra business unit specializzata in ambito alberghiero, che, oltre a un team di professionisti dedicato, ha anche un sito web di ultima generazione (www.ebuyhotel.ch). Fin dall’inizio della nostra avventura imprenditoriale abbiamo sempre creduto molto nel valore del marketing e della comunicazione. Non a caso, un altro nostro plus è proprio l’alta competenza tecnologica e digitale, superiore rispetto a quella offerta da una tradizionale agenzia di intermediazione immobiliare: il Gruppo comprende, infatti, la divisione Swiss Digital Strategies che si occupa di consulenza in strategie digitali e ottimizzazione dei siti per i motori di ricerca. È un plus che serve a raggiungere e intercettare la richiesta sul web di queste strutture che possono essere trovate più facilmente perché viene amplificata la loro visibilità presso il mercato di riferimento. In un web sovraffollato come quello attuale, è fondamentale poter interagire in maniera diretta con un target mirato, realmente interessato al business proposto. La nostra competenza in marketing e comunicazione digitale ha fatto crescere, in pochissimo tempo, la nostra web reputation nell’ambito dell’intermediazione alberghiera: pur essendo una realtà giovane, Ebuyhouse Real Estate di  Lugano è considerata oggi un player di primo piano: risultiamo al primo posto del ranking dei motori di ricerca più importanti. Insomma, posso dire, con piacere, che la strategia è ben definita, le competenze ci sono, e ora stiamo iniziando a farci conoscere sempre più compiutamente al mercato italiano. Un mercato che dal punto di vista della mediazione immobiliare alberghiera ha grandi margini di crescita, e non solo perché, dicono i dati, oggi sono ben 33mila gli hotel presenti sul suolo nazionale. Ma anche perché viviamo un momento storico di cambiamento di prospettiva generale a livello internazionale. L’industria turistica e i numeri dell’accoglienza italiani crescono senza sosta e quindi l’occasione è propizia per chi è interessato a questo tipo di business. I trend ci dicono che l’Italia, da Tempo, è nel mirino dei big investitors internazionali. Ovviamente i primi “obiettivi” di acquisizione di queste realtà globali sono legati alle mete turistiche con più appeal internazionale, come le grandi città d’arte, Roma, Firenze, Venezia – ma anche e sempre di più a citta come Milano – . Il capoluogo lombardo, a partire dal successo di Expo 2015 in poi, si sta costruendo di fatto una sempre più importante reputazione turistica a livello mondiale. Ma siamo convinti che, piano piano, questo percorso si estenderà a tutto il mondo alberghiero della Penisola, fatto che renderà il business alberghiero in Italia ancora più appetibile su scala mondiale».

Cresce il turismo, cresce l’Italia

«Che l’interesse degli investitori esteri per le destinazioni “minori” sia in crescita, lo dimostrano anche gli indicatori numerici delle presenze turistiche in luoghi come per esempio il Lago di Como o in città come Verona», continua il Ceo, «e noi siamo pronti per intercettare le esigenze di compravendita anche in queste mete. Ci sono occasioni interessanti, per esempio, a Perugia, Lecce, Siracusa – ma l’elenco è pressoché infinito – che fino a ieri non venivano prese in considerazione perché non in grado di proporsi al mercato internazionale. Le dirò di più: anche se da anni lavoro a Lugano, sono italiano, di Como, e promuovere le nostre bellezze è da sempre un obiettivo a me molto caro. Credo nell’Italia. L’Italia può crescere molto e se l’imprenditoria nazionale non è in grado di sfruttare le occasioni di crescita del settore, allora che lo facciano altre grandi realtà internazionali, in grado di valorizzare il nostro patrimonio turistico. Dopotutto, quando una struttura alberghiera viene rilanciata e funziona meglio, anche il territorio e tutto l’indotto ne beneficiano. E allora lo ripeto: i prossimi anni per il mercato turistico italiano saranno importantissimi e per questo è fondamentale sfruttare l’occasione e trovare la controparte giusta per ricavare il massimo dalla vendita del proprio business turistico. Oggi e domani saranno sempre di più le opportunità di business nell’hotellerie e noi vogliamo aiutare chi si occupa di accoglienza a cogliere queste opportunità».

Cerca Articoli WEB