Blog detail
92

Turismo Italia, proposte e progetti per le elezioni politiche

In vista delle elezioni politiche del 4 marzo, Federturismo Confindustria ha elaborato il Manifesto sul turismo per contribuire in maniera attiva alle prossime sfide

Manifesto sul Turismo di Federturismo Confindustria_1 Manifesto sul Turismo di Federturismo Confindustria_2 Manifesto sul Turismo di Federturismo Confindustria_3

E’ stato presentato l’8 febbraio nella Sala ISMA del Senato a Roma, nel corso dell’incontro “Turismo Italia, proposte e progetti per le elezioni politiche” organizzato in collaborazione con l’Osservatorio Parlamentare per il Turismo, un documento programmatico di Federturismo Confindustria articolato in diversi punti con proposte importanti.

“Il turismo è un settore economico fondamentale per l’Italia che negli ultimi anni ha vissuto - dichiara il presidente di Federturismo Confindustria, Gianfranco Battisti - un trend di forte crescita. Nel 2017, secondo le recenti rilevazioni di Eurostat, l’Italia si è posizionata terza in Europa con 424 milioni di notti trascorse presso le strutture turistiche superando con il 5,4% il dato complessivo europeo pari al 5,1%. L’incidenza sul Pil si attesta sul 10% con più di 160 miliardi di euro di contributo".

Tra i punti fondamentali sui quali costruire un’industria del settore, la proposta di istituire un Ministero del Turismo, di riorganizzare in maniera più incisiva l’Enit, e soprattutto di organizzare in una grande banca dati una serie di informazioni e risorse per una migliore fruibilità. Fondamentale un’unità di intenti e un’attenzione particolare alla formazione.

“Dobbiamo promuovere il Sistema Italia, mentre oggi, nelle fiere internazionali, troviamo le più piccole realtà della nostra penisola. Le risorse andrebbero impiegate in modo diverso, con più lungimiranza. Anche per questo, oltre al Ministero del Turismo - ha aggiunto Lentino, Presidente di Meraviglia Italiana e Segretario Nazionale dell’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù - va modificato il Titolo V della Costituzione, per tornare alla legislazione concorrente tra Stato e Regioni/Province Autonome, va riformato l’ENIT che ha dimostrato, nei fatti, di non funzionare e vanno fatti interventi su fiscalità e tassazione. Il turismo non può ripartire in modo serio se non si realizza un Piano Industriale e se non si investe seriamente in formazione”.

Cerca Articoli WEB